Ideamoon
IL LUSSO ETICO E SOSTENIBILE si riunisce a Roma

IL LUSSO ETICO E SOSTENIBILE si riunisce a Roma

Si è svolto ieri 29 maggio un summit di eccellenze all'Hotel Eden di Roma, un pomeriggio di confronto sul tema: 

"LUSSO ETICO E SOSTENIBILE VUOL DIRE CRESCITA ECONOMICA”.

LUXURY files magazine ha dato il via a quest'interessante iniziativa per dar voce ai protagonisti del lusso. Un panel di prestigiosi relatori hanno raccontato le loro expertise e mostrato quanto il lusso per esser tale debba essere necessariamente etico.

L'evento è stato introdotto e moderato dal Prof. Enrico Cogno - Direttore Responsabile del magazine, nonché docente ed autore di numerosi testi. La suggestiva e prestigiosa location, gli interessanti interventi dei relatori,  ed una sapiente organizzazione sono stati il mix perfetto che ha contribuito al grande successo dell'evento e al coinvolgimento autentico della selezionata platea. Un momento di incontro ed un'opportunità concreta per sottolineare che esiste un polo del Lusso che dialoga e fa squadra. “La sostenibilità e l’etica nel lusso sono uno dei cardini su cui si fonda la filosofia editoriale di Luxury files magazine” - ribadisce il Prof. Cogno. Roma e l’Italia sono culla di numerose eccellenze che vanno raccontate e promosse e con questo convegno il magazine di lifestyle Luxury Files, con 20 anni di storia, ha ribadito il suo essere una piattaforma di contenuti e manager d'eccellenza che rappresentano il lusso etico nei rispettivi ambiti: l’hotellerie, il turismo e l’ospitalità, il real estate internazionale, la moda e gli accessori, l’alta orologeria, le fragranze artistiche e l’universo delle stelle gourmet per porre tutti insieme l’attenzione su quanto sia importante promuovere trasversalmente la sostenibilità perché strumento fondamentale di crescita e sviluppo economico della Capitale e dell’Italia tutta. Dopo i ringraziamenti e gli auguri alla manifestazione pervenuti dalla Sindaca Virginia Raggi e dal Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, impossibilitati a presenziare per improrogabili impegni.

Ha aperto i lavori il padrone di casa, Luca Virgilio - General Manager Hotel Eden - Dorchester CollectionLa sua un’esperienza trentennale nell’hotellerie di lusso, dopo aver ricoperto molteplici ruoli nei più esclusivi hotel internazionali è tornato a Roma ed è General Manager dell’Hotel Eden dal 2014, volto di questo luogo iconico che rappresenta un pezzo di storia d’Italia e quest’anno celebra il suo 130esimo anniversario. Luca Virgilio a tal proposito ha ribadito: "L’eccellenza dell’Hotel Eden è garantita dal nostro servizio esclusivo e personalizzato, che mette sempre l’ospite al centro delle nostre attenzioni, e dall’importanza del nostro team, che rappresenta il valore aggiunto della nostra struttura. Con un panorama da incanto, ogni ospite si sente subito parte di questo posto e viene stregato dal fascino più autentico di Roma".

Bill Thomson - Chairman del colosso internazionale del Real Estate ‘Knight Frank ‘ in Italia - con un’esperienza  nella consulenza “top of market” di oltre 25 anni. Thomson nel suo speech ha posto l'accento su quanto l'Italia stia diventando un paradiso fiscale per un pubblico internazionale ad alto reddito grazie alla flat tax, e quanto ciò possa influire positivamente sul mercato del lusso italiano aprendo scenari davvero inaspettati e vastissimi dal punto di vista sia della crescita economica del paese ma anche dell'impatto sulla sostenibilità ed etica.  Spesso infatti la passione per l'Italia e la sua storia e cultura di tale segmento di pubblico ha reso e renderà possibile anche il recupero e la valorizzazione architettonica di dimore storiche italiane di alto valore e pregio storico artistico fra l'altro  attraverso maestranze e saperi artigianali Made in Italy.

Roberto Drago, imprenditore torinese, fra i più esperti conoscitori in Italia di Alta profumeria. Attraverso la sua esperienza più che trentennale nel settore - fondatore con Daniela Caon della nota azienda Kaon nel 2001 e direttore creativo del brand Laboratorio Olfattivo. - Roberto Drago ha estasiato i presenti con un 'profumato' speech sulle fragranze artistiche di lusso e la sostenibilità.  Roberto Drago ha fatto riflettere i presenti sul fatto che possiamo non toccare, vedere o sentire ma non possiamo vivere senza respirare dunque l'olfatto è il primo dei nostri sensi e alla platea ha lasciato comprendere quanto la qualità delle materie prime naturali influisca su una fragranza. Poche gocce di olio essenziale puro di gelsomino e di rosa hanno invaso la Sala Borghese dell'Hotel Eden. Tutti  hanno potuto compiere in prima persona un coinvolgente  e illuminante percorso olfattivo sostenibile.

Emiliana Di Giovanni Corporate Marketing Director Biagiotti Group dal 2017 -dopo vari anni in Procter & Gamble vanta un’expertise  ventennale nel mondo dei Fashion & Luxury Brands -  attraverso un suggestivo video ha mostrato come da sempre l'azienda sia legata al territorio, all'arte e alla natura, costanti fonti d'ispirazione. E come attraverso anche le parole della stessa Lavinia Biagiotti sia necessario valorizzare il saper fare sartoriale: Da sempre Biagiotti Group dà importanza ai materiali e alla qualità e durevolezza di un capo o di un accessorio che per essere un bene di lusso deve durare nel tempo ed essere portatore di valori e saperi: questa è la moda sostenibile e il lusso etico, esattamente in antitesi con il concetto del fast fashion dilagante.

Maurizio Marino - dopo vari anni in Richemont è alla guida di uno dei marchi emblematici dell’Alta orologeria Svizzera. Dal 2014  ricopre il ruolo di Brand Director Italia di Breguet contribuendo a proiettare nel futuro la tradizione dell’alta manifattura orologiera del marchio. Con una tradizione così importante con oltre 2 secoli di storia sulle spalle - Abraham-Louis Breguet è fra i fondatori dell'alta orologieria, inventore di numerose complicazioni e brevetti orologieri tuttora utilizzati - rappresenta un'eredità unica eppure non facile da gestire e condurre nel futuro. Ciò spiega il valore ed il rispetto verso questi gioielli da polso, dietro ciascun modello ci sono una miriade di persone, di saperi e passaggi difficili da comprendere senza una visita in Manifattura, ma creare cultura in tal senso e puntare al futuro è un obiettivo del brand da sempre. Maurizio Marino conclude condividendo il pensiero per cui "la tradizione deve essere custode del fuoco e non adorazione della cenere", quindi ha ribadito: "per Breguet tradizione vuol dire portare avanti il fuoco dell'alta orologeria e con esso tutte le ricchezze economiche e sociali che porta con sé". 

Fabio Ciervo - Executive Chef 1 stella Michelin - della Terrazza dell'Eden dal 2013  ha concluso dulcis in fundo: "La mia filosofia di cucina si fonda su una perfetta alchimia tra innovazione, benessere, ingredienti, gusto e arte".Il carismatico e pragmatico Chef Ciervo in questi anni ha saputo coniugare la sua peculiare visione gastronomica allo straordinario panorama sui tetti di Roma, dando vita ad un’esperienza multisensoriale indimenticabile nella prima “cucina con vista” al mondo, dove la sostenibilità e l'etica sono una linea guida ogni giorno da sempre. 
Eccellenze enogastronomiche a tema anche per l'elegante cocktail di chiusura lavori con Champagne Mumm Cordon Rouge, un blend  sofisticato e intenso, con un seducente accento di freschezza e glamour dove una dirompente pennellata rossa racconta 200 anni di storia. In abbinamento ad una degustazione del pregiato Caviar Giaveri, un esempio di lusso ed eco- sostenibilità, allevato in Italia e lavorato a mano con sapienti tecniche tradizionali. Atmosfera perfetta per un business networking in pieno stile Luxury files.  Il successo dell'iniziativa, il consenso di relatori ed intervenuti dà il via ad un percorso e a una nuova e auspicata attenzione del settore verso tali tematiche: le eccellenze del lusso e i loro 'saper fare' sono un patrimonio da promuovere perchè strumento indiscusso di crescita del Paese. Di certo le strategie da percorrere nel presente e futuro dello sviluppo economico globale e dell'intero settore lusso appaiono legati a doppio filo con la sostenibilità. Pertanto il manager del lusso deve essere etico, questa è la sfida e l’obiettivo comune per il futuro.