Ideamoon
23°TERRA DI SIENA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

23°TERRA DI SIENA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

Valentina Castellani Quinn, Presidente di Quinn Studios a Los Angeles e nuovo Direttore alle Relazioni Internazionali del Terra di Siena Film Festival - in programma dal 24 al 29 Settembre 2019 -  con entusiasmo coinvolgente ci ha anticipato le più importanti novità di questa edizione. Per la prima volta la città di Siena ospiterà varie partnership cinematografiche tra diversi festival tra cui il russo/armeno “Impact Humanity Film Festival” contenitore di produzioni televisive e cinematografiche a tema sociale e umanitario. Numerosi i film in anteprima dalle tre nazioni coinvolte oltre ad eventi di moda, arte e musica. Valentina Castellani Quinn ci spiega che ha voluto puntare sull'internazionalizzazione e su un ricco programma di scambi culturali che per la prima volta connette Italia, Hollywood e Russia.  Quest'oggi Valentina Quinn con Maria Pia Corbelli, fondatrice della manifestazione, e Antonio Flamini, direttore artistico, daranno il via in anteprima al denso programma del 23° Terra di Siena International Film Festival. Questa sera a Siena nella prestigiosa sede Teatro dei Rinnovati, Palazzo Pubblico in Piazza del Campo, alle ore 21, si esibirà per la prima volta in Italia la jazz band americana Sasha’s Bloc candidata ai Grammy Award . Quattordici musicisti e cantanti di fama mondiale che nella loro carriera hanno performato con artisti quali Frank Sinatra, Ray Charles, Barbara Streisand, Whitney Houston, Celine Dion. Alexander Gershman, fondatore della band, con il suo mentore Frank Sinatra jr ha compiuto uno strabiliante percorso nel jet set artistico internazionale è ora al terzo disco candidato ai Grammy Awards . Gershman per la prima volta in Italia con la sua musica ha ribadito: “Sono onorato essere stato scelto per inaugurare questo ambizioso e unico programma multiculturale, la mia musica non ha confini, ma la mia passione nasce dai classici russi come Stravinsky e Rachmaninoff, la mia ispirazione è il jazz americano anni '20 e '30 Fats Waller, Billie Holiday, le mie emozioni sono da sempre legate all’opera italiana come Rigoletto e Tosca”. Valentina Quinn ci spiega che proprio in un momento storico, politico ed economico come quello odierno non ha senso ragionare in termini di competizione nazionale, piuttosto una tale manifestazione deve avere uno sguardo multiculturale ed approfondire tematiche da un punto di vista internazionale, questa è una grande opportunità e ricchezza. In particolare ci spiega che altro elemento su cui si è puntato, per questa nuova edizione del Siena Film Festival, è stato quello di incentivare le produzioni cinematografiche internazionali a girare in Toscana . La Regione Toscana e la Città di Siena hanno pertanto creato per la prima volta, un significativo programma di incentivi e riduzioni di tasse, ciò per dare delle concrete ricadute economiche dirette anche al territorio oltre alla visibilità internazionale e dunque indiretta legata alla kermesse. In conclusione Valentina Castellani Quinn ci spiega che questo nuovo incarico è la conferma del suo viaggio intimo e personale che la lega al cinema da generazioni, da sempre. "È una 'legacy' che viene da lontano le famiglie Castellani e Quinn sono legate a doppio filo al cinema e io sono orgogliosa di aver salvato tali radici familiari, di aver salvaguardato un tale patrimonio. Sono riuscita a superare la tragica scomparsa di mio marito e a trasformare il dolore in qualcosa di positivo. La cosa più difficile è continuare ed andare avanti proprio quando si vorrebbe dimenticare. Ma i risultati di questi anni, mi confermano che è stata la giusta scelta. Anche questo incarico al Terra di Siena International Film Festival mi riporta alla mia terra natale e alle mie radici, ne sono orgogliosa e il mio obiettivo è quello di renderla una manifestazione sempre più internazionale."