Ideamoon
Il nuovo progetto

Il nuovo progetto "GENERAZIONE DO"

Daniele Orazi ci racconta la filosofia da cui nasce il suo nuovo progetto dedicato ai giovani talenti del cinema italiano: “Quando cercavo un nuovo nome che mi rappresentasse, che concentrasse lo spirito, la filosofia e la storia che guida la mia struttura mi sono felicemente imbattuto in DO. Il verbo del dare e del fare a seconda che si scelga la declinazione nostrana o anglosassone. Un verbo concreto ma allo stesso tempo propositivo. Con questo spirito vogliamo, con il mio gruppo di lavoro, essere vicini agli Artisti che scegliamo di rappresentare , dai più grandi ai più giovani e ora più che mai nasce l'esigenza di creare un nuovo ambiente che valorizzi i giovani talenti, lo scouting è sempre stato il motore che ci muove. “

Chi splende, si sa, lo fa anche in solitario. Ma la bellezza - e la potenza - di un singolo diamante viene esaltata quando si affianca ai propri simili. Ed è in questo modo che Daniele Orazi con la sua vasta esperienza, intende rappresentare questa eccezionale nuova ondata di talenti tutti bilingue e fortemente motivati, giovani dall'indiscusso talento e ricchi delle skills necessarie per una carriera di successo. 

In un momento storico difficile come quello che stiamo attraversando, quasi tutti i talents DO under 30 sono riusciti a conquistarsi un posto di rilievo, spesso da protagonisti all'interno di nuovi progetti interessanti, che fioriranno all'interno del panorama cinematografico e televisivo nei prossimi mesi. 

Anche noi di Luxury files vogliamo quindi celebrarli e dedicare loro la grande attenzione che meritano. Nella speranza di aver acceso  la vostra curiosità, vi invitiamo a seguire il  progetto "GENERAZIONE DO" in collaborazione con My movies e con Fred.fm, ogni settimana in evidenza sul canale social del progetto una coppia di attori #weDOit 

Ad maiora a questi giovani talenti  che in un momento storico in cui anche il più piccolo passo sembra il più difficile da compiere, stanno facendo molto, e ad maiora al talento di Daniele Orazi "deus ex machina" dell'iniziativa.